Informazioni Utili

Di seguito alcune informazioni utili per investimenti immobiliari in Croazia, specificamente in Istria.

Per i membri della Comunità Europea è già previsto l’intavolamento catastale e tavolare al Tribunale come persona fisica tramite normale contratto di compravendita.

Un notaio, dopo aver registrato l’atto, lo intavola al tribunale, registrando i diritti di proprietà in favore del cittadino straniero.

L’immobile ha una tassa di transazione pari al 5% del valore Catastale.

Non vi è nessun’altra tassa di proprietà annua che grava sull’immobile.

Le volture di acqua, luce, verde pubblico e spazzatura sono immediate con la presentazione agli enti preposti dell’atto di compravendita.
Le spese relative le utenze sono, stimate in base allo stipendio medio Croato di 400 euro mensili, quindi sicuramente basse per un cittadino europeo.

Il mercato parla di un aumento annuo al valore del metro quadro in Istria pari al 5-10%, ciò dipende dalla posizione e dalla qualità di costruzione e rifinitura dell’immobile.

In Croazia non si usa il parametro del metro commerciale, le superfici sono sempre espresse in mq netti (calpestabili).